x

Il sito lalepreedizioni.it utilizza cookies tecnici e consente l’invio di cookies di "terze parti".

Per maggiori informazioni sull’uso dei cookies, cliccare qui INFORMATIVA ESTESA.

Si informa che la prosecuzione della navigazione mediante accesso ad altra area del sito o selezione di un elemento dello stesso comporta la prestazione del consenso all’uso dei cookie.

la lepre edizioni la lepre edizioni
Ricerca veloce
Facebook
Twitter
YouTube
Torna alla collana 'Visioni'...
ILIADE
Traduzione:

DORA MARINARI

Curato da:

GIULIA CAPO

Collana:

Visioni

ISBN:

978-88-96052-30-3

Pagine:

1216

Data di pubblicazione:

novembre 2010

Euro: 28.00
ILIADE OMERO
«Iliade e Odissea sono sempre con me. Pilastri delle case che mi ospitano. Adoro queste nuove traduzioni di Dora Marinari con i commenti di Giulia Capo pubblicate da La Lepre edizioni. Un linguaggio contemporaneo, immediato, fedele all’essenza dei poemi omerici nati per essere diffusi oralmente. Una prosa ritmica e piena di musicalità. Se potessi consiglierei a chi ancora non ha mai letto l'Iliade e l'Odissea di correre a sfogliare queste pagine, certo che non le abbandonerà più.»
Roberto Saviano
 
La traduzione di Dora Marinari, fedele sia al testo che allo spirito del poema omerico, ci restituisce in un italiano fluido ed elegante il fascino dell’aedo che racconta. Altre versioni hanno perso questo potere evocativo per l’effetto “straniante” di termini ormai percepiti come antiquati.
Corredata dal commento di Giulia Capo, è destinata sia a chi vuole rileggere Omero, sia alle nuove generazioni che si avvicinano per la prima volta a un libro che costituisce il punto di inizio della civiltà e della letteratura occidentale. Il commento ci fa penetrare in profondità nel mondo di Omero, nei costumi e nelle usanze dell’epoca, nelle motivazioni profonde e nel carattere dei guerrieri greci e troiani.

«È bello veder pubblicata una nuova traduzione dell’Iliade. Sono tempi difficili per gli studi classici, questi.
Ai giovani, negli anni della formazione, vengono date possibilità sempre più limitate di conoscere le culture antiche, ed è del tutto superfluo insistere sulla gravità di una simile perdita.» (Dalla prefazione di Eva Cantarella)
 

Sono gratuitamente disponibili sul sito, dal mese di dicembre 2013 esercizi, preparati da Giulia Capo, immaginati per un uso didattico di quest'opera

NOTA AUTORE " OMERO"

Omero, forse, non è mai esistito. Omero, forse, se lo sono inventato i Greci quando avevano ormai una così grande padronanza degli schemi logici, da non voler accettare l’idea che all’origine della loro cultura ci fosse non la mente di una singola persona, ma una lunghissima tradizione orale, durata secoli- probabilmente i primi tre secoli del primo millennio avanti Cristo. Molte città greche, soprattutto della costa dell’Asia minore, pretendevano dunque che Omero fosse nato nella loro terra.
Ma anche a noi, adesso, piace credere che sia stato un uomo vero e vivo, a immaginare quelle costruzioni così incredibilmente ricche di intelligenza e di pensiero che sono l’Iliade e l’Odissea. Ci spingiamo allora a supporre che sia un suo autoritratto quella figura di Demodoco, nel canto VIII dell’Odissea, talmente bravo che Odisseo, l’inventore del Cavallo di Troia, vuole sentir cantare da lui la storia del Cavallo; e invitiamo chi legge queste righe a prendere tra le mani quel libro VIII, e a dire che Omero non è esistito, se ne ha il coraggio!

condividi con: 
condividi con Twitter
Perché una nuova traduzione dell’Iliade?
RECENSIONI E ARTICOLI
  Note Legali | Dati Societari La Lepre Edizioni S.r.l. P.IVA 09643191001 Policy Privacy | Informativa Cookie