x

Il sito lalepreedizioni.it utilizza cookies tecnici e consente l’invio di cookies di "terze parti".

Per maggiori informazioni sull’uso dei cookies, cliccare qui INFORMATIVA ESTESA.

Si informa che la prosecuzione della navigazione mediante accesso ad altra area del sito o selezione di un elemento dello stesso comporta la prestazione del consenso all’uso dei cookie.

la lepre edizioni la lepre edizioni
Ricerca veloce
Facebook
Twitter
YouTube
Torna alla collana 'Visioni'...
I SIGNORI SCADUTI
Collana:

Visioni

ISBN:

978-88-96-052-88-4

Pagine:

140

Data di pubblicazione:

novembre 2013

Euro: 14.00
I SIGNORI SCADUTI ENRICO PANUNZIO

Otto racconti che costituiscono un unico romanzo. Protagonista è quel lembo di Puglia che si stende tra la Murgia e il mare. Enrico Panunzio riesce ad evocarne in modo quasi sciamanico luci, odori, ombre, l’atmosfera degli interni delle case e dei cortili in abbandono, persino il latrare dei cani in lontananza. Gli altri protagonisti del romanzo sono, appunto, i signori scaduti.
Nel passaggio da un vecchio a un nuovo ordine, nel momento storico collocato tra la fine dell’occupazione tedesca e l’arrivo degli Alleati, un mondo si disgrega per far posto a un’altra realtà. Signore scaduto è, per vox populi, chi si arrende alla vita dopo aver dilapidato un patrimonio o immiserito la propria persona nell’indigenza e nell’abbandono, per imperizia, spreco o dabbenaggine. Declassati socialmente, umanamente vinti, tentano ancora di esercitare il loro prestigio dal fondo del sotterraneo in cui si sono ridotti a vivere. «Sono cresciuto tra questi eroi sgangherati e li ho visti cadere nella mia casa ad uno ad uno – dichiara l’autore. – Gente per cui nessuno poteva far nulla, recalcitranti alla pietà e al soccorso, fieri, deboli, tremendamente soli».
Panunzio si fa testimone di questi personaggi e ne narra le vicende rivolgendosi al lettore in modo intimo, caldo, amichevole; traccia così il ritratto di una borghesia attanagliata da un’irrazionale paura senza nome, la stessa di cui si nutre ancora la nostra frenetica vita di oggi.

NOTA AUTORE "ENRICO PANUNZIO"

è nato a Molfetta nel 1923 vive tra Roma e Parigi. Già docente di storia e letteratura, è stato addetto culturale dell'Ambasciata italiana a Parigi e ha diretto la biblioteca dell'Isituto Italiano in Francia.
Assai vasta la sua produzione letteraria, composta in egual misura da romanzi (
Giovane MusaMalfarà, Il balcone di casa Paù, L'idiota Celeste, L'anno divino) e da poesie e scritti vari  (tra gli altri I 99 nomi di Allah, Lo specchio di Vera Penitenza, Il peso degli angeli, Inchiostro di Alba, L'occhio di Parigi, Tregua di Azzurro). Sua è anche una traduzione italiana in versi (1947) di Les Fleurs du Mal di Baudelaire. Ci ha lasciati nel febbraio 2015.
condividi con: 
condividi con Twitter
 Miseria o nobiltà?
RECENSIONI E ARTICOLI
  Note Legali | Dati Societari La Lepre Edizioni S.r.l. P.IVA 09643191001 Policy Privacy | Informativa Cookie