x

Il sito lalepreedizioni.it utilizza cookies tecnici e consente l’invio di cookies di "terze parti".

Per maggiori informazioni sull’uso dei cookies, cliccare qui INFORMATIVA ESTESA.

Si informa che la prosecuzione della navigazione mediante accesso ad altra area del sito o selezione di un elemento dello stesso comporta la prestazione del consenso all’uso dei cookie.

la lepre edizioni la lepre edizioni
Ricerca veloce
Facebook
Twitter
YouTube

La Lepre Edizioni è stata fondata a Roma nel 2007 dai fratelli Alessandro e Sabina Orlandi. La linea editoriale privilegia testi che propongono una visione inedita della storia e del futuro, offrendo al lettore strumenti per interpretare il presente in modo critico. I titoli del catalogo sono circa cento, tra narrativa e saggistica, suddivisi in otto collane. Tra i titoli pubblicati ricordiamo le nuove traduzioni con commento di Iliade e Odissea, Il romanzo di Luigi De Pascalis La pazzia di Dio, sul passaggio tra la civiltà contadina e quella industriale, e le biografie e i romanzi dedicati a scienziati, filosofi e personaggi illustri del passato, come Galileo, Keplero, Newton, Ipazia, l'imperatore Giuliano, Casanova, Pitagora, Kircher. Tra i titoli che propongono una visione alternativa della storia più recente troviamo Chut!, I signori scaduti, Lacerazione/Der Riss, La primavera della Repubblica, sulla repubblica romana del 1849. Particolare rilievo hanno inoltre i libri che la Lepre ha pubblicato cercando di divulgare gli aspetti meno noti della tradizione spirituale occidentale e orientale: La bugia dell'alchimista (biografia romanzata di Massimiliano Palombara); Eckhart Tolle e Sri Aurobindo - due punti di vista sull'illuminazione; Considerazioni sull'Assoluto, un testo di Abhinavagupta a cura di Raniero Gnoli, Gli Argonauti a Roma di Fiammetta Iovine e i lavori di Alessandro Boella e Antonella Galli sulla tradizione ermetica occidentale, giusto per citarne alcuni. Tra i casi editoriali di questi ultimi anni vanno citati Ipazia (che ha superato le 50.000 copie vendute ed è al momento uno dei pochi long seller italiani), Il ricercatore di emozioni di Marco Cesati Cassin, Però un paese ci vuole di Giovanna Grignaffini, presentato al Premio Strega 2013 da Umberto Eco e Raffaele La Capria, Il Mantello di porpora di Luigi De Pascalis, che ha partecipato all'edizione 2014 dello Strega con la presentazione di Claudio Strinati e Filippo La Porta, e Notturno Bizantino, sempre di De Pascalis, vincitore del premio Acqui Storia 2016. La Lepre pubblica anche thriller a sfondo storico, economico o ecologico, come Giallo umbro di Pietro del Re, premio Portus 2013, Pecunia olet? di Michael Perth o Rosso velabro di Luigi De Pascalis e racconti tra la fantascienza e fantasy, come Il giorno rubato di Marco de Franchi o Il nido della fenice di De Pascalis. Tra gli autori italiani e stranieri pubblicati in passato dalla Lepre, alcuni hanno fama internazionale, come Vincenzo Consolo, Aamer Hussein, Jean-Pierre Luminet, Raymond Federman, Violet Trefusis, Bernard Maris (ucciso nell'attentato a Charlie Hebdo), Ernst Bernhard, Margareth Drabble, Rauda Jamis e Ramòn Pernas. Tra i libri pubblicati nel corso del 2017 ricordiamo L'enigma d'amore di Annarosa Mattei (premio Capalbio 2017); La mantella rossa (premio Capalbio 2017), L'oscura allegrezza di Manuela Diliberto, Anatomia del colpo di scena di Giuseppe Manfridi, Lo sportello degli addii di Antonella Nina Onori, Storia della vendetta di Antonio Fichera, Ulug Bek, l'astronomo di Samarcanda di Jean-Pierre Luminet, Le pagine nere di Daniele Petruccioli.

Nel 2017 la Lepre si è aggiudicata il Premio internazionale Capalbio come "migliore casa editrice dell'anno, per i contenuti delle sue proposte, e per la raffinatezza ed eleganza della sua produzione".

Perché la lepre?

Perché la Lepre è sia una costellazione che un animale mercuriale, perché Lepredizioni è un gioco di parole, perché esiste un episodio dell’infanzia degli editori legato a una lepre...

Il nostro motto è PRAECURRIT FATUM

La Lepre corre contro il tempo per arrivare prima del destino, cercando strumenti per immaginare il futuro che si prepara 

  

La redazione

Nicoletta Tiliacos - Amministratore delegato. Giornalista, è stata redattrice di Pace e Guerra, di Nuova Ecologia e di Liberal. Successivamente editor di Liberal libri,  è stata per dodici anni redattrice del Foglio Quotidiano. Porta in dote alla Lepre il suo senso dell'umorismo.

 

Alessandro Orlandi - Stagista, tuttofare ed editore in incognito. Dopo aver indossato vari nasi posticci (matematico, musicista, curatore di un museo, insegnante), ha finalmente trovato il suo vero naso: scrittore ed editore.

 

Valerio Pizzardi - segreteria amministrativa. Nasce a Roma nel 1984. Naviga tra studi economici e politici non sapendo ancora quali preferire. Lettore onnivoro. Sogna la vita agreste lontano dalle luci della città. Ama la fotografia notturna e i gatti.

 
 

 Arianna - gatto

I soci della Lepre Edizioni S.r.l. sono Alessandro Orlandi ed Enrico Orlandi. 

  Note Legali | Dati Societari La Lepre Edizioni S.r.l. P.IVA 09643191001 Policy Privacy | Informativa Cookie